Potabilità e analisi dell’acqua

SGD è in grado di svolgere le analisi dell’acqua per qualsiasi esigenza sia di controllo periodico nel pieno rispetto delle normative vigenti, sia di carattere autorizzatorio (es. agibilità). Possiamo svolgere analisi mirate alla ricerca di possibili inquinanti derivanti da attività di terzi o dal semplice malfunzionamento degli impianti adduzione e di distribuzione (es. autoclavi o pozzi).

I prodotti

Esiste sempre una soluzione ad ogni problema

Shop online

Maggiori info

Consultaci per darti consigli e risolvere i tuoi problemi

Contatti

Il Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 (“Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano”) ha introdotto una serie di nuovi provvedimenti relativi al controllo della salubrità e della potabilità dell’acqua. In particolare, l’articolo 5 comma 2 stabilisce che:

Per gli edifici e le strutture in cui l’acqua è fornita al pubblico, il titolare ed il gestore dell’edificio o della struttura devono assicurare che i valori di parametro fissati […], rispettati nel punto di consegna, siano mantenuti nel punto in cui l’acqua fuoriesce dal rubinetto.

Pertanto, tutti i dirigenti ed i gestori di strutture nelle quali avviene la somministrazione di acqua al pubblico – bar, pasticcerie, ristoranti, alberghi, imprese di produzione e lavorazione di alimenti, studi medici, uffici, imprese in genere, condomini ed edifici abitativi dove coesistano attività aperte al pubblico – sono tenuti a monitorare periodicamente (almeno una volta all’anno) la salute dell’impianto idraulico ed intervenire tempestivamente nel caso di sospetta contaminazione durante il trasporto dal contatore all’utenza finale, adottando tutti i provvedimenti necessari a ristabilire i requisiti di potabilità. Qualora il gestore mancasse di attuare le misure indicate, egli è punibile con una sanzione amministrativa pecuniaria che può arrivare a lire centoventi milioni.

Per quanto riguarda, invece, gli edifici ad uso esclusivamente abitativo, il gestore della struttura o, in mancanza di questo, i proprietari hanno solo la responsabilità e non l’obbligo di attuare i controlli previsti dallo stesso decreto.

Servizi di analisi delle acque destinate al consumo umano

Il Gruppo SGD esegue analisi chimiche e microbiologiche dell’acqua di acquedotti, pozzi, cisterne e vasche di raccolta, rilasciando le dichiarazioni di conformità e le opportune certificazioni di purezza e potabilità. Le analisi sono eseguite da tecnici specializzati e prevedono la sterilizzazione del sito di prelievo, la misurazione della temperatura e la raccolta di campioni d’acqua in contenitori idonei opportunamente preparati. Durante il trasporto i campioni sono conservati in speciali refrigeratori al fine di evitare qualsiasi loro alterazione e mantenere intatte le caratteristiche chimico-fisiche e microbiologiche dell’acqua prelevata.
Il laboratorio mette inoltre a disposizione del cliente tutte le procedure di campionamento e può fornire rapporti dettagliati per ciascuna fase del processo, dal prelievo alla raccolta dei risultati delle analisi. Infine, i nostri tecnici sono a completa disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie in merito alle analisi eseguite e le attrezzature utilizzate.

Pacchetto base: controllo di routine

Il controllo di routine mira a fornire ad intervalli regolari informazioni sulla qualità organolettica e microbiologica delle acque fornite per il consumo umano nonché informazioni sull’efficacia degli eventuali trattamenti dell’acqua potabile (in particolare di disinfezione), per accertare se le acque destinate al consumo umano rispondano o meno ai pertinenti valori di parametro fissati dalla normativa [2].

Il controllo di routine rappresenta la soluzione ideale per la maggior parte delle attività nelle quali il consumo e la distribuzione dell’acqua non raggiunge livelli elevati ed è consigliato, in particolare, all’utenza domestica e condominiale.

Pacchetto intermedio: analisi per le industrie alimentari

Il pacchetto intermedio è stato concepito tenendo conto delle necessità specifiche delle industrie alimentari e presenta perciò una serie di esami più approfonditi rispetto a quelli forniti dal pacchetto base. È particolarmente consigliato a tutte le realtà artigianali ed industriali dove siano preparati e confezionati alimenti destinati al consumo umano.

Pacchetto avanzato: analisi ad ampio spettro

Il pacchetto avanzato comprende numerosi esami specifici particolarmente indicati per la richiesta di potabilità di pozzi artesiani.

Il nostro laboratorio, pur mettendo a disposizione soluzioni standard in linea con le più recenti normative nel campo della sicurezza alimentare, offre inoltre servizi personalizzati a tutte le utenze che abbiano necessità di analisi chimiche e microbiologiche specifiche.

Frequenza minima di campionamento e soluzione delle non-conformità

Il D.Lgs. 31/01 stabilisce un numero minimo delle analisi da effettuare presso tutte le attività che si occupano della produzione, utilizzo e distribuzione di acque destinate al consumo umano. La quantità esatta dei prelievi e degli esami da eseguire viene determinata in relazione ai volumi d’acqua coinvolti e perciò può variare notevolmente da una situazione all’altra. In ogni caso, la grande maggioranza delle industrie alimentari e tutte le attività che si occupano – anche saltuariamente, come nel caso degli studi medici – della somministrazione di acqua sono tenuti ad eseguire l’analisi della potabilità almeno una volta ogni anno.
Inoltre, nel caso in cui le analisi di laboratorio mettano in evidenza delle non-conformità, è importante interrompere immediatamente l’utilizzo delle acque contaminate, al fine di scongiurare qualsiasi rischio per la salute dei consumatori ed evitare di incorrere in gravi sanzioni (fino a lire 120 milioni) da parte delle autorità sanitarie. In seguito sarà necessario procedere all’accurata analisi del proprio impianto idrico, individuando e bonificando i possibili ricettacoli di contaminazione e provvedendo, se necessario, all’acquisto di dispositivi specifici per la purificazione dell’acqua.

Il laboratorio SGD è a completa disposizione del cliente per offrire tutta la consulenza necessaria per risolvere qualsiasi problema di non-conformità, eseguendo gli opportuni check-up dell’impianto di distribuzione dell’acqua e consigliando i necessari interventi di bonifica. I nostri tecnici possono inoltre provvedere all’installazione di dispositivi di purificazione e sterilizzazione specifici per far fronte alle problematiche più particolari.

 

 

NOTE

  1. D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31, in materia di “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” – Art. 19, C 1, 2, 3, 4 e 5
  2. D.Lgs. 2 febbraio 2001, n. 31, in materia di “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” – Allegato 2, Tabella A