A Montebelluna è arrivata la Vespa velutina, una minaccia per gli alveari

28.03.2017

Dopo la cimice, dall'Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell'area montellina: la vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene

MONTEBELLUNA: Dopo la cimice, dall’Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell’area montellina: la Vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene. L’insetto è arrivato in Francia nel 2004 viaggiando con le merci provenienti dall’Asia provocando perdite negli alveari fino al 50% . La vespa velutina si è poi diffusa in altri Paesi europei e nei giorni scorsi è apparsa anche in provincia di Rovigo dove è stato fotografato un grande nido.
La Regione sta distribuendo trappole per combattere il pericoloso insetto nelle aree di maggior presenza dell’apicoltura come il Montello rinomato per la produzione di fiori d’acacia fatto dalle api con il nettare degli alberi del bosco. «Siamo molto preoccupati per questa nuova minaccia», dice Francesco Bortot, portavoce degli apicoltori di Confagricoltura Treviso, «perché in Francia i nostri colleghi hanno visto distrutti, in pochi anni, tutti gli alveari e sono stati costretti ad andarsene in cerca di posti indenni dalle vespe.
Sul Montello, nel periodo di fioritura dell’acacia, abbiamo 20.000 alveari, con una produzione di 30 chili di miele per alveare. È importantissimo, dunque, fermare subito questo dannosissimo insetto prima che metta a repentaglio un’importante fonte di reddito per gli agricoltori. Noi abbiamo già iniziato a mettere un po’ di esche in maniera preventiva» conclude Bortolot.
Oltre alle api – che rappresentano l’80% della dieta proteica delle larve di Vespa velutina in ambiente urbano e il 45-50% in ambiente rurale – il calabrone preda anche altri importanti impollinatori come bombi, megachilidi e farfalle provocado quindi forti difficoltà alla riproduzione delle piante . Danni secondari, ma non
trascurabili, sono quelli ai frutti maturi, prediletti dagli esemplari adulti di velutina. Infine, il calabrone è pericoloso anche per l’uomo. In prossimità dei nidi il suo attacco può essere violento: 8-12 punture possono provocare un avvelenamento che richiede il ricovero.

Tratto dal “La Tribuna”


Back

Le news più lette

Da settembre 2015 per esportare i prodotti alimentari negli Stati Uniti d’America è necessario adeguarsi al regolamento emanato dalla F.D.A. (Food and Drug Administration), relativo alle nuove procedure di controllo sugli alimenti destinati all’uomo. Tale norma è costituita da piani di controllo sulla sicurezza alimentare basati su linee guida definite dalla F.D.A. stessa. Il sistema è definito H.A.R.P.C. (Hazard Analysis…

TREVISO. Due casi di Zika segnalati nella Marca. Il primo riguarda una donna italo-venezuelana di 53 anni, che venuta in vacanza a Treviso durante le festa di Natale. Ricoverata al Ca’ Foncello con febbre, cefalea, astenia e rush cutaneo, è stata curata e poi dimessa, ha già fatto ritorno in Venezuela. Ma nelle ultime ore l’allarme si è diffuso per…

Ultimi post pubblicati

Il Settore Ambiente del Comune di Treviso ha recentemente incaricato SGD Group, per una campagna larvicida zanzare su oltre 22 mila tombini del territorio del capoluogo della Marca. Il Comune di Treviso ha quindi attivato il servizio che si sta compiendo grazie anche a SGD Group, che infatti ha accettato l’incarico sostenendo l’intero costo del prodotto utilizzato, larvicida biologico al…

04.08.2017
Estate 2017

I nostri uffici saranno al vostro servizio anche nel mese di agosto, dalle 8:30 alle 18:30

Shop Online: potrebbero interessarti

flybuster
76,25

EUR

Controllo Insetti

Target: Mosche, Vespe

Ambiente: Esterno

Scheda prodotto Scopri
FlyTrapCommercial40-80-(front)Ridimensionata
269,00

EUR

Controllo Insetti

Ambiente: Interno

Copertura lampada (mq): > 100

Scheda prodotto Scopri
UT-40Ridimensionata
241,00

EUR

164,70

EUR

Controllo Insetti

Ambiente: Interno

Copertura lampada (mq): > 100

Scheda prodotto Scopri