A Montebelluna è arrivata la Vespa velutina, una minaccia per gli alveari

28.03.2017

Dopo la cimice, dall'Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell'area montellina: la vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene

MONTEBELLUNA: Dopo la cimice, dall’Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell’area montellina: la Vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene. L’insetto è arrivato in Francia nel 2004 viaggiando con le merci provenienti dall’Asia provocando perdite negli alveari fino al 50% . La vespa velutina si è poi diffusa in altri Paesi europei e nei giorni scorsi è apparsa anche in provincia di Rovigo dove è stato fotografato un grande nido.
La Regione sta distribuendo trappole per combattere il pericoloso insetto nelle aree di maggior presenza dell’apicoltura come il Montello rinomato per la produzione di fiori d’acacia fatto dalle api con il nettare degli alberi del bosco. «Siamo molto preoccupati per questa nuova minaccia», dice Francesco Bortot, portavoce degli apicoltori di Confagricoltura Treviso, «perché in Francia i nostri colleghi hanno visto distrutti, in pochi anni, tutti gli alveari e sono stati costretti ad andarsene in cerca di posti indenni dalle vespe.
Sul Montello, nel periodo di fioritura dell’acacia, abbiamo 20.000 alveari, con una produzione di 30 chili di miele per alveare. È importantissimo, dunque, fermare subito questo dannosissimo insetto prima che metta a repentaglio un’importante fonte di reddito per gli agricoltori. Noi abbiamo già iniziato a mettere un po’ di esche in maniera preventiva» conclude Bortolot.
Oltre alle api – che rappresentano l’80% della dieta proteica delle larve di Vespa velutina in ambiente urbano e il 45-50% in ambiente rurale – il calabrone preda anche altri importanti impollinatori come bombi, megachilidi e farfalle provocado quindi forti difficoltà alla riproduzione delle piante . Danni secondari, ma non
trascurabili, sono quelli ai frutti maturi, prediletti dagli esemplari adulti di velutina. Infine, il calabrone è pericoloso anche per l’uomo. In prossimità dei nidi il suo attacco può essere violento: 8-12 punture possono provocare un avvelenamento che richiede il ricovero.

Tratto dal “La Tribuna”


Back

Le news più lette

05.09.2018
Caso West Nile

La West Nile è una malattia infettiva trasmessa dalle zanzare, in particolare del genere Culex. Tale patologia è endemica in Italia in particolare nel Nord Italia, Emilia Romagna, Sicilia, Sardegna e parte di Toscana e Lazio.  Il virus si mantiene nell’ambiente attraverso il continuo passaggio fra le zanzare e gli uccelli selvatici, nei quali può provocare anche una significativa mortalità,…

SGD Group organizza l’evento che si terrà mercoledì 27 giugno prossimo alle ore 11 a Roncade, presso Società Agricola 47 Anno Domini, al civico 2 di Via Treviso Mare. SGD Group è lieta di programmare, in collaborazione con Aermatica 3D ed INDIA Conscius Care, una giornata informativa sulle diverse applicazioni ai servizi con l’utilizzo dei droni con una dimostrazione sul…

Ultimi post pubblicati

Nei giorni del mercato settimanale di mercoledì 22 maggio e 5 giugno 2019 il Comune di Casale sul Sile in collaborazione con SGD Group provvederà a sistemare un gazebo in piazza All’Arma dei Carabinieri, per la consegna gratuita, ai cittadini residenti, delle pastiglie per il controllo delle zanzare. Con l’approssimarsi della stagione estiva ed in base all’emergenza sanitaria regionale del 2018 per…

Shop Online: potrebbero interessarti

flybuster
76,25

EUR

Controllo Insetti

Target: Mosche, Vespe

Ambiente: Esterno

Scheda prodotto Scopri
12,00

EUR

Controllo Insetti

Target: Blatte/Scarafaggi

Tipologia di prodotto: Collanti

Scheda prodotto Scopri
trappolaPulci+colla
97,60

EUR

Controllo Insetti

Ambiente: Interno

Target: Pulci

Scheda prodotto Scopri