A Montebelluna è arrivata la Vespa velutina, una minaccia per gli alveari

28.03.2017

Dopo la cimice, dall'Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell'area montellina: la vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene

MONTEBELLUNA: Dopo la cimice, dall’Asia è in arrivo una nuova minaccia per gli agricoltori dell’area montellina: la Vespa velutina, un calabrone di origine asiatica, che attacca le api per cibarsene. L’insetto è arrivato in Francia nel 2004 viaggiando con le merci provenienti dall’Asia provocando perdite negli alveari fino al 50% . La vespa velutina si è poi diffusa in altri Paesi europei e nei giorni scorsi è apparsa anche in provincia di Rovigo dove è stato fotografato un grande nido.
La Regione sta distribuendo trappole per combattere il pericoloso insetto nelle aree di maggior presenza dell’apicoltura come il Montello rinomato per la produzione di fiori d’acacia fatto dalle api con il nettare degli alberi del bosco. «Siamo molto preoccupati per questa nuova minaccia», dice Francesco Bortot, portavoce degli apicoltori di Confagricoltura Treviso, «perché in Francia i nostri colleghi hanno visto distrutti, in pochi anni, tutti gli alveari e sono stati costretti ad andarsene in cerca di posti indenni dalle vespe.
Sul Montello, nel periodo di fioritura dell’acacia, abbiamo 20.000 alveari, con una produzione di 30 chili di miele per alveare. È importantissimo, dunque, fermare subito questo dannosissimo insetto prima che metta a repentaglio un’importante fonte di reddito per gli agricoltori. Noi abbiamo già iniziato a mettere un po’ di esche in maniera preventiva» conclude Bortolot.
Oltre alle api – che rappresentano l’80% della dieta proteica delle larve di Vespa velutina in ambiente urbano e il 45-50% in ambiente rurale – il calabrone preda anche altri importanti impollinatori come bombi, megachilidi e farfalle provocado quindi forti difficoltà alla riproduzione delle piante . Danni secondari, ma non
trascurabili, sono quelli ai frutti maturi, prediletti dagli esemplari adulti di velutina. Infine, il calabrone è pericoloso anche per l’uomo. In prossimità dei nidi il suo attacco può essere violento: 8-12 punture possono provocare un avvelenamento che richiede il ricovero.

Tratto dal “La Tribuna”


Back

Le news più lette

Il panorama normativo relativo al servizio di derattizzazione, ma più in generale del settore del pest control, è piuttosto complesso, eterogeneo e mutevole. Sotto una forte spinta della Comunità Europea, con l’obiettivo di diminuire l’impatto ambientale di queste attività ed al contempo aumentare la sicurezza per le persone, è nato lo strumento normativo di cui l’Istituzione ha deciso di dotarsi…

04.08.2017
Estate 2017

I nostri uffici saranno al vostro servizio anche nel mese di agosto, dalle 8:30 alle 18:30

Ultimi post pubblicati

Con importanza assoluta volta a: – tutela dell’igiene e del decoro urbano; – eliminazione di possibili veicoli di diffusione di patologie che possano interessare l’uomo (profilo sanitario); – limitazione dei danni arrecati dal colombo nei contesti urbani sono di competenza del Comune, che opera applicando le disposizioni del Piano di Controllo in coordinamento con l’Amministrazione Provinciale; – protezione del patrimonio…

SGD Group, data l’attuale emergenza maltempo, informa che l’innalzamento straordinario dei corsi d’acqua, con il possibile allagamento di vaste aree, potrebbe spingere i roditori, in particolar modo il Rattus Norvegicus, ad abbandonare le proprie tane e quindi far notare maggiormente la loro presenza in superficie. SGD Group è sempre al vostro fianco per aiutarvi a gestire l’eventuale presenza indesiderata di…

Shop Online: potrebbero interessarti

flybuster
76,25

EUR

Controllo Insetti

Target: Mosche, Vespe

Ambiente: Esterno

Scheda prodotto Scopri
INF060Ridimensionata
36,60

EUR

Controllo Insetti

Tipologia di prodotto: Collanti

Scheda prodotto Scopri
GB011Ridimensionata
28,06

EUR

Controllo Insetti

Tipologia di prodotto: Collanti

Scheda prodotto Scopri